Siate curiosi, siate folli!


E’ un periodaccio… non abbiamo fatto in tempo a salutare Sergio Bonelli che già scompare un altro personaggio di rilievo. Oggi è morto Steve Jobs.

Come tutti i grandi personaggi il giudizio su di lui è sempre stato è controverso; osannato da alcuni, criticato ferocemente da altri, resta il fatto che la sua personalità è stata capace di creare cose come la Pixar e la Apple.
Molto spesso è stato accusato di aver copiato idee di altri, dall’interfaccia a finestre del Mac al mouse, ma il genio è anche questo, non solo aver grandi idee ma saperle riconoscere, il vedere una cosa come altri non riescono a vederla e trasformare questa visione in realtà. D’altronde cosa ha fatto la Apple di recente? Un telefono, dei computer, un lettore mp3, ma nessuno come Jobs è stato mai capace di creare attorno a degli “elettrodomestici” quel “sense of wonder” che trasuda dalle presentazioni dei prodotti Apple.

Sense of wonder. Qui di solito si parla di fumetti e chi tra i lettori dei Mamozzi ha letto “Marvels” (di Busiek e Ross) sa bene di cosa si tratta. Ecco di cosa è stato capace Steve Jobs. Non di anticipare le esigenze dei clienti ma di farli sognare su cose che prodotte da altri sono semplici oggetti d’uso quotidiano. Magari fare un telefono che non è in grado di mandare MMS ma che se gli dici “suona Vasco” ti riproduce i CD di Vasco Rossi che c’hai caricato. O fare un mouse con un solo tasto e convincere la gente che è meglio così, rispetto a quelli che ne hanno due, tre o più.🙂

Questo modo di “pensare differente” è sempre stato una caratteristica del co-creatore della Apple ed è stata espressa in tanti modi e momenti. Tutti oggi hanno ricordato lo splendido discorso che Jobs tenne a Stanford, io voglio lasciare qui, invece, il testo della Campagna Pubblicitaria “Think Different”, della Apple, come apparve in italia.

“Questo film lo dedichiamo ai folli.
Agli anticonformisti, ai ribelli, ai piantagrane, a tutti coloro che vedono le cose in modo diverso.
Costoro non amano le regole, specie i regolamenti e non hanno alcun rispetto per lo status quo.
Potete citarli, essere in disaccordo con loro; potete glorificarli o denigrarli ma l’unica cosa che non potrete mai fare è ignorarli, perchè riescono a cambiare le cose, perchè fanno progredire l’umanità.
E mentre qualcuno portebbe definirli folli noi ne vediamo il genio;
perché solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo lo cambiano davvero. “

P.S: Questo post avrebbe meritato di più di una vignetta da 5 minuti ma questi giorni siamo oberati di cose… 

Tag: , , , ,

2 Risposte to “Siate curiosi, siate folli!”

  1. FamFam Says:

    Ben detto. E speriamo che passi questo periodaccio. Cerchiamo di guardare lontano…

  2. mamozzi Says:

    Caspita Fam, scopro solo ora che invece l’8 ci ha lasciato anche Dennis Ritchie, uno dei padri dell’informatica, co-creatore di UNIX e del linguaggio C.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: